Contributo a fondo perduto per veicoli N1

Il bando di Regione Lombardia “Investimenti per la ripresa” stabilisce un contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili per le imprese artigiane lombarde. Tra le spese ammissibili rientrano i veicoli categorie N1, quindi le linee PIAGGIO e ISUZU (autocarri e DMAX). Il contributo massimo è di € 40.000.

E’ possibile presentare le domande DALLE ORE 12.00 DEL 7 OTTOBRE 2021 FINO AD ESAURIMENTO DELLA DOTAZIONE FINANZIARIA e comunque ENTRO IL 21 OTTOBRE 2021.

La notizia sul sito di Regione Lombardia: LINK
Per scaricare l’allegato: LINK

PER CONSULTARE E SCARICARE IL BANDO CLICCA QUI

Nel dettaglio saranno ammesse spese relative a:

acquisto di autoveicoli nuovi di fabbrica per il trasporto merci di categoria N1 (aventi massa massima non superiore a 3,5 tonnellate come previsto dall’art. 47, comma 2, lett. c) del D.Lgs. 30/04/1992, n. 285 e s.m.i. “Nuovo codice della strada”), elettrici, ibridi, GPL e metano mono e bifuel, benzina EURO 6D-TEMP e D-FINAL, diesel EURO 6D-TEMP e D-FINAL;

Paragrafo del bando di Regione Lombardia

Regione Lombardia promuove una misura per favorire la ripresa delle attività dei settori maggiormente colpiti dalla crisi pandemica, con particolare riferimento al tessuto economico-sociale delle Aree Interne lombarde. L’obiettivo è di sostenere le piccole medie imprese – PMI che vogliono investire in uno di questi ambiti: transizione digitale, transizione green e sicurezza sul lavoro.

Sono due le linee della misura:

  • LINEA A Artigiani 2021
  • LINEA B Aree interne.

I criteri della misura sono stati approvati con delibera di Giunta regionale n. 5130 del 2 agosto 2021, disponibile in allegato.
Il bando è stato approvato con decreto n. 12325 del 17 settembre 2021.

CHI PUÒ PARTECIPARE
– LINEA A Artigiani 2021

La linea A è rivolta alle PMI artigiane.
– LINEA B Aree interne

La linea B è rivolta alle PMI:
– che hanno la sede oggetto del contributo in una delleAree interne di Regione Lombardia: Alta Valtellina e Valchiavenna, Appennino Lombardo – Oltrepò Pavese e Valli del Lario – Alto Lago di Como
– che appartengono a uno dei seguenti settori:
1. imprese artigiane
2. settori I55.1 – alberghi e strutture simili, I55.3 – aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte, I55.20.30 – rifugi di montagna
3. settore I.56 – attività dei servizi di ristorazione e somministrazione con esclusione del codice I.56.29 – mense e catering continuativo su base contrattuale.

Per poter presentare domanda di contributo le PMI devono possedere i requisiti indicati al punto A.3 “Soggetti beneficiari” del bando.

DOTAZIONE FINANZIARIA
€ 10 MLN. di risorse del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale – FESR, così ripartite:
– € 6,2 MLN. per la Linea A Artigiani 2021
– € 3,8 MLN. per la Linea B Aree interne, quindi destinati alle sole imprese con sede in una delle Aree Interne della Regione Lombardia: Alta Valtellina e Valchiavenna, Appennino Lombardo – Oltrepò Pavese e Valli del Lario – Alto Lago di Como.

CARATTERISTICHE DELL’AGEVOLAZIONE
Per entrambe le linee è prevista la concessione di un contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili. Il contributo massimo è di € 40.000.
Interventi ammissibili al contributo a fondo perduto:
LINEA A – Artigiani 2021: sono ammissibili investimenti di importo minimo di € 15.000, da realizzare unicamente in Lombardia e da rendicontare entro il 28 ottobre 2022.
LINEA B – Aree interne: sono ammissibili investimenti per un ammontare minimo di € 15.000 da realizzare unicamente in una delle Aree Interne della Regione Lombardia (Alta Valtellina e Valchiavenna, Appennino Lombardo – Oltrepò Pavese e Valli del Lario – Alto Lago di Como) e da rendicontare entro il termine massimo del 28 ottobre 2022.

Le spese ammissibili sono elencate nel punto B3 del bando.
Le spese fatturate dal 2 agosto 2021, data di approvazione della delibera n. 5130, devono essere quietanzate dopo la data di presentazione della domanda; sono ammessi i pagamenti in acconto prima della data della domanda solo se effettuati dopo la data di approvazione della delibera n. 5130.

COME PARTECIPARE
La presentazione delle domande deve avvenire a pena di inammissibilità sulla piattaforma Bandi online dalle ore 12:00 del 7 ottobre 2021. Lo sportello rimarrà aperto sino ad esaurimento della dotazione finanziaria e comunque entro e non oltre le ore 12:00 del 21 ottobre 2021.

L’accesso alla piattaforma Bandi online per la presentazione della domanda per entrambe le linee potrà essere effettuato esclusivamente per i soggetti richiedenti con sede legale o operativa (luogo di esercizio prevalente) nello Stato italiano tramite:

  • identità digitale SPID
  • Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o Carta di Identità Elettronica (CIE) con PIN dispositivo.

Non sarà possibile accedere tramite credenziali di accesso (nome utente e password).

IMPORTANTE: Al fine di poter trasmettere la domanda di partecipazione già dal giorno di apertura del bando, è particolarmente opportuno provvedere da subito:
– per i soggetti non ancora registrati a Bandi Online, a effettuare la registrazione e la profilazione
– per i soggetti già registrati a Bandi Online, a verificare i dati presenti nell’anagrafica e nel profilo ed effettuare l’eventuale aggiornamento

PROCEDURA VALUTATIVA
Per entrambe le Linee, l’assegnazione del contributo sarà a sportello valutativo secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande di contributo.
Finlombarda S. p. A. valuterà le richieste attraverso una fase formale e una fase tecnica e l’assegnazione del contributo seguirà l’ordine cronologico di presentazione delle domande nei limiti della dotazione finanziaria.

Comments are closed.